Carciofo spinoso sardo
Produzione carciofo spinoso sardo

Cooperativa agricola Valle del Coghinas - produzione carciofo sardo e melone

cooperativa produzione carciofo, cooperativa valle del Coghinas

Cooperativa Valle del CoghinasLa Società Agricola Valle del Coghinas società cooperativa a responsabilità limitata è stata costituita con atto notarile il 13/12/1995, ha sede legale e centro di raccolta in Santa Maria Coghinas, Strada Provinciale Valledoria – S.M.Coghinas km 3;


Cenni Storici
Nel 21/09/1961 nasce a Santa Maria Coghinas la prima cooperativa di produttori carciofo spinoso sardo della Valle del Coghinas, denominata COC (Compagnia Ortofrutticola del Coghinas), gli associati oltre a vari produttori di S.M.Coghinas, sono produttori appartenenti ai Comuni limitrofi di Viddalba, Valledoria e Badesi.
La cooperativa non possiede una struttura ma negli anni affitta aree trasformate in centri raccolta dove la sola operazione da effettuare era il carico dei mezzi di autotrasporto.
Nel 03/07/1978 nasce a Valledoria la seconda cooperativa di produttori carciofo spinoso sardo della Valle del Coghinas, denominata COV (cooperativa ortofrutticola Valledoria), gli associati sono principalmente produttori del Comune di Valledoria; le due cooperative pur non ostacolandosi non hanno nessun tipo di collaborazione.
Nel 1993 grazie a contributi Regionali l’ex Consorzio Ortofrutticolo di Sassari, oggi Sarda Ortaggi, realizza un Centro di Raccolta sulla Strada Provinciale Valledoria – S.M.Coghinas. Nel 1994 le due cooperative della zona, COC e COV, conferiscono e lavorano i propri prodotti presso il “nuovo” Centro di Raccolta per conto del Consorzio Ortofrutticolo di Sassari, trasferendo la propria sede presso lo stesso Centro.
Nel 1995 gli amministratori delle coop. COV e COC decidono di rilevare il Centro di raccolta e di unire le due Cooperative. L’unione da vita alla Soc. Agr. Valle del Coghinas, SAVC, che diviene proprietaria di tutta la struttura rilevata dalla Sarda Ortaggi ed unisce buona parte dei produttori ortofrutticoli della Bassa valle del Coghinas.
Cooperativa valle del coghinasNel 2001, promosso dall’Ersat, i vari gruppi di produttori di carciofo spinoso della Valle del Coghinas costituiscono il Consorzio di Produttori Orticoli “La Valle dei Doria”. Consorzio che rimane inattivo sino al 2004 quando SAVC, socio di maggioranza, decide di utilizzare il nuovo marchio e di far confluire presso il proprio Centro di Raccolta diverse aziende agricole operanti nella zona, unificando produzione, trasformazione e commercializzazione.  La scelta non da nessun esito positivo poiché ben poche sono le aziende che si consorziano, pertanto la SAVC nel 2007 ha ripreso la piena gestione delle proprie produzioni e relativa commercializzazione.

Organizzazione attuale
Alla Cooperativa sono associati circa 60 titolari di aziende agricole operanti tutti nel comparto orticolo ricadente nella zona della Bassa Valle del Coghinas e più precisamente nei Comuni di Valledoria, S.M.Coghinas, Viddalba e Badesi.
I Soci della cooperativa sono storicamente produttori di carciofo, in questi ultimi anni questa coltura ha rappresentato circa l’ 80% del fatturato, viste le difficoltà di commercializzazione di patate, angurie e meloni, e le problematiche agronomiche del pomodoro da industria per i prossimi anni la coltura del carciofo potrebbe rappresentare il 100% del fatturato; in quest’ottica gli amministratori della Società nel 2003 hanno richiesto degli aiuti finanziari secondo i Piani Operativi Regionali relativi alla Misura 4.10, adeguando il centro di raccolta, sino ad allora utilizzato prevalentemente come punto di carico, in un centro di prima trasformazione e confezionamento di prodotti orticoli in particolar modo dei carciofi.
I lavori di adeguamento sono stati portati a termine nel Novembre del 2005.
Il centro è situato in una zona agricola del territorio comunale e pertanto non è servito da pubblica fognatura e da rete idrica pubblica; a queste problematiche si è ovviato predisponendo una vasca Imhoff per lo scarico fognario e una apposita cisterna contenente acqua potabile da dove viene approvvigionata la rete idrica degli spogliatoi, l’acqua viene fornita periodicamente da distributori che rilasciano certificati di laboratori che dimostrano la conformità ai requisiti di potabilità previsti dalle vigenti disposizioni di legge.

Descrizione Struttura
Il magazzino è costituito da un unico corpo di mq 800,  all’interno del quale vi sono bagni e spogliatoi che occupano mq 19,84, gli spogliatoi hanno una porta d’accesso dall’esterno ed una porta verso l’interno del locale, attraverso queste due porte gli addetti alla lavorazione entrano nel locale.
Adiacente al locale di trasformazione vi sono due celle frigo della superficie totale di mq 134,20, le due celle sono accessibili dal locale di lavorazione attraverso due porte, a sua volta ogni cella frigo possiede una porta rivolta verso l’esterno che rappresenta la porta d’ingresso dei prodotti orticoli da destinare al confezionamento.
All’interno del locale vi sono varie attrezzature e macchinari adoperati come agevolatori per il confezionamento, nessuno dei quali presenta una collocazione fissa all’interno del locale e pertanto la loro sistemazione è definita a seconda delle esigenze che si vengono a creare.
Facebook
Google+
Twitter